Consigli utili

AFFITTO DELL'AUTO

A noi è successa una cosa spiacevole. La macchina l'avevamo affittata tramite Hertz dall'Italia, e una volta arrivati a Tijuana,avevamo la nostra ricevuta con una certa cifra in mano, in realtà alla consegna della macchina a fine viaggio, la cifra era diventata un'altra (e maggiorata di un buon 40%).

Il consiglio è di farvi spiegare bene dagli incaricati a quanto ammonta la cifra esatta, comprensiva di assicurazione totale, una specie di Casco, che a quanto pare in Messico è obbligatoria per i turisti e che fa lievitare la cifra dell'affitto dell'auto di un bel po'. Insistete per questo, onde evitare sorprese alla consegna. A noi sinceramente è la prima volta che succede, e abbiamo sempre affittato macchine in tutti i nostri viaggi, ma vista l'esperienza meglio farsi ripetere le cose 2 volte di piu' che trovarsi il conto lievitato senza saperlo.

BALENE, ESCURSIONI PER VEDERLE

Se andate nella Baja nel periodo che va da gennaio ad aprile, dovete fare almeno un'escursione in barca per avvistare le balene. E' un'esperienza mistica. Si esce con queste barchette da 5-6 persone, e si sta fuori in mare circa 3 ore, di solito offrono anche la colazione. Le balene si avvicinano alla barca e si fanno toccare, sono giocherellone, e giuro, ve lo dice il cuor di leone che scrive, non c'e' assolutamente nulla di cui aver paura, nonostante la stazza incredibile che raggiungono, sono delicatissime nei loro movimenti attorno alle barchette....io avevo le lacrime per la commozione. Sono animali meravigliosi e il pensiero che ancora le ammazziamo, mi fa stare cosi male...FANCULO AI GIAPPONESI E AI CANADESI. e quando ce vo ce vo'...

Ho poche foto delle balene purtroppo, lo so come cine-foto operatore faccio schifo, ma alla prima escursione ero troppo emozionata, la seconda fatta nella laguna di S.Ignacio, avevo la macchina scarica visto che non c'era elettricità per caricarla.

Nel mar di Cortez, nel periodo che va da gennaio ad aprile, le balene pullulano perchè vanno a partorire i loro piccoli. Due i punti dove siamo stati per partire per le escursioni alle balene: Guerrero Negro e la laguna de San Ignacio.

A Guerrero siamo stati all'hotel Malarrimo, che organizza direttamente le escursioni, alla laguna di S.Ignacio invece siamo stati da Antonio's Ecotour, un posto troppo bello. Consiglio vivamente di andare alla laguna che è favolosa e di andare da Antonio, un'accoglienza calda e simpatica. Ruby e Rita, 2 ragazze che fanno da guida e che intrattengono gli ospiti erano troppo simpatiche e ci siamo veramente divertiti. (messaggio in codice : UN POCHINO DI MARGARITTTA....). La laguna si raggiunge tramite una strada sterrata di 70 km, dove noi abbiamo lasciato la coppa dell'olio, ma per dare un esempio di come sono i messicani, la nostra fortuna è stata che ce ne siamo accorti già arrivati da Antonio. Li', Ruby ci ha accolto con una birra gelata e ha organizzato i soccorsi alla povera Tsuru ferita nella coppa.

Sono arrivati 2 ragazzi timidi e gentili che, fil di ferro e fiamma ossidrica, ci hanno riparato la Tsuru, che tra l'altro ha proseguito il viaggio senza piu' alcun problema.

ESCURSIONE ALL'ISLA DELL'ESPIRITU SANTO (LA PAZ)

Imperdibile! Uscite da La Paz, andate sulla spiaggia del Tecolote, e informatevi. Costa circa 55 USD, vi offrono la colazione squisita peraltro su una spiaggia alla quale si arriva soltanto in barca, vedete delfini, leoni marini, e un mare da paura. Noi ci siamo andati accompagnati da Emi, del Gemma Inn e da Romy, signora svizzera dolcissima.

Se vuoi vedere le foto, vai nella sezione gallery, e apri la gallery dell'Isla.

CLIMA

Noi siamo stati nel periodo migliore (;-) , diciamo quello piu' consigliato sia per gli avvistamenti delle balene (era lo scopo principale del viaggio) sia per il clima, caldo e secco, ma assai vivibile. Se ci andate d'estate, be' auguri, perchè il deserto raggiunge punte di 50 gradi e le balene sono emigrate al nord da un pezzo.....la stagione delle balene si conclude con la prima settimana di aprile ....si è capito che l'estate è il periodo meno indicato?....

Nel deserto, c'erano circa 35 gradi, ma secco e ventilato, e sull'oceano un clima temperato da 25 gradi di media. Ricordate la crema solare ad alta protezione, c'e' chi si è scottata un braccio solo tenendolo fuori dal finestrino...maledetta carnagione nordica.....e a partire da fattore 30. Scordatevi gli oli solari in spiaggia, a me no che non vogliate fare la fine di una patatina da macdonald, e attrezzatevi con cappello anti insolazione, è deserto che finisce in mare anche quella meravigliosa spiaggia dove penserete di trascorrere la giornata ......pena allucinazioni vere da colpo di sole (no quello non l'ho avuto..)

CIBO

Se non vi piace il cibo piccante, la carne grigliata,le quesadillas, i meravigliosi tacos,la cerveza mas fria, be' cosa cavolo ci andate a fare in Messico? state a casa vostra a farvi un riso in bianco! Scherzi a parte il cibo messicano è favoloso per chi ama i gusti decisi, ma potrebbe comunque provocare qualche problemino di stomaco anche a dei veri chicanos, quindi prima di partire, consiglio da amica per tutti i viaggi, fatevi una bella due settimane - due di fermenti lattici, da proseguire per tutto il viaggio: rafforzano lo stomaco, e preparano un fertile terreno pronto ad accogliere tutte le squisitezze autoctone senza particolari conseguenze. E voi resterete fiori anche con 40 gradi all'ombra.

TACOS, MI AMOR......

Mangiate tutti i tacos che vi capita, mangiatene soprattutto nei posti dove, se foste in Italia, chiamareste l'ufficio Igiene, è li che si nascondono le prodezze culinarie migliori che vi possano capitare. E poi su che non rischiate poi molto, il Messico non è il terzo mondo, anzi per molti versi sta messo meglio di noi, e poi mangiate solo piatti cotti, dimezzerete gli incontri galanti con l'escherichia coli....

FOR WOMEN ONLY ( o se vi chiamate reginaldo, la regina del mambo..)

Ragazze ferme, giu' quelle scarpe tacco 10, no non ci sarà una seratina in cui assolutamente vi mancheranno, il 90 % delle strade della Baja sono sterrate. L'unica strada asfaltata è la Mex n 1, una sorta di autostrada che l'attraversa. E a parte che una vera signora non dovrebbe ritrovarsi su un'autostrada con i tacchi alti, rinunciate ai tacchi per delle belle scarpine da trekking, delle belle infradito da spiaggia, delle belle,comode,spaziose e soprattutto sicure scarpe da ginnastica.

A dire il vero un posto nella Baja dove i tacchi sarebbero indicati c'e', è Cabo San Lucas, ma se tutto quello che volete da un viaggio in Baja California è ritrovarvi in tacchi alti a Cabo, be' non andate in Baja California, tanto non vi accorgereste della differenza......

TIJUANA

Città di confine pittoresca, incasinata, puzzolente e divertente come puo' essere solo, appunto, una città di confine. Solo un po' di precauzione nel muoversi, visto che è davvero incasinata, e quindi qualche ladruncolo c'e'. Per passare il confine e tornare gli Stati Uniti, occhio alla fila giusta, esiste in ogni varco una fila destinata a chi è in possesso di una specie di card elettronica che consente a chi l'attraversa spesso di velocizzare le operazioni di varco, e se non l'avete rischiate di rifare tutta quanta la coda. (noi ci abbiamo messo 3 ore a varcare il confine, ma era domenica e la domenica tutti tornano...)

IN EVIDENZA

Tutta la Baja è disseminata di posti di blocco di militari che controllano le auto, arrivando anche a smontarle, se sospette. Tranquilli, a me no che non siate trafficanti di droga internazionali, con i turisti sono molto gentili e simpatici.

vi capiterà piu' al ritorno che all'andata di essere fermati, ma si limiteranno a dare un'occhiatina ai vostri bagagli e a chiedervi qual'è stato il vostro itinerario, è una zona ad alto tasso di traffico sia di droga che di armi, quindi fanno solo il loro lavoro. Se dite di essere italiani puo' anche capitare che vi chiedano di "salutarme el padrino....." ;-) .

Cabo San Lucas è, dal mio punto di vista, un'aberrazione tipicamente americana, alla las vegas per intenderci, ma senza il divertimento. Una specie di mega costosissimo villaggio vacanze in vero stile americano, dove tutto è di plastica, persino i messicani che ci si ritrovano a stare, e dove tutto è quello che sembra: una colonia americana in terra messicana. Non esiterei a definirla orrenda. Tutto qui. Mega alberghi, mega ristoranti con finti mariachi, cemento a coprire le spiagge piu' belle, ragazzini che girano sulle loro hammer con il sigaro in bocca ubriachi come cammelli. E dove tutti possono fare tutto. Ovviamente se sono americani.

 

E ancora...

CARTE DI CREDITO / SOLDI

Prevedere una buona quota di contante, e relativi posti sicuri dove infilarli, dal momento che le carte di credito in certe zone non sono considerate. I dollari americani sono accettati ovunque, meglio cambiarli in pesos, per non rimetterci con il cambio.

GUIDARE SICURI!

Praticamente nella Baja non esiste illuminazione pubblica, il che significa che se inzia a diventare buio, bisogna proprio fermarsi perchè le strade sono buie come la notte in cui tutte le vacche erano nere...(Kant) scherzi a parte è davvero pericoloso anche perchè la solita unica strada (la Mex 1) è piena di bisonti della strada, quelli gommati, e di mucche, quelle da latte, entrambe le tipologie pronte ad attraversare quando meno ve lo aspettate.

occhio al sole: è deserto, giu' quell'olio solare!